Life in MVS

Life in MVS2020-06-09T12:59:40+00:00

MAURIZIO OROFINO: Dir. Gen. Operazioni

Nel lontano 1994, una telefonata dai toni allarmistici interrompeva un meeting con il Cliente Fininvest, invitandomi a recarmi presso la direzione MVS/IBM .
I pochi chilometri che separavano la sede del Cliente (Cologno Monzese) e Basiano (Sede MVS/IBM) apparivano interminabili e soprattutto nascondevano un dilemma: “Perché questa urgenza? cosa è successo? avranno scoperto dal cliente che sono solo un collaboratore esterno all’organizzazione? Nulla di tutto questo, in realtà era arrivata da Parigi la lettera di assunzione, che rappresentò il primo vero cambiamento, passai da tecnico di una piccola azienda a Service Manager di una multinazionale.
Non trascorsero molti anni e nel 1996 ricevetti il mio primo incarico manageriale, Responsabile del CDM (centro di manutenzione Mobile IBM) unico centro in Italia.
La vera sfida arrivò nel 2000, Multivendor acquisì un importantissimo contratto pluriennale, il contratto Telecom, inducendo la direzione ad affidarmi l’incarico di Responsabile Ufficio Acquisti.
Fu una svolta epocale anche per l’organizzazione MVS che dovette raddoppiare la forza lavoro per poter gestire un contratto così notevole in termini di volumi e T&C .
Negli anni successivi, a seguito dell’ottimo risultato conseguito dal team, giunsero molti riconoscimenti formali da parte del Cliente (conservo ancora un orologio personalizzato con dedica consegnato in uno scenario cinematografico a Roma).
Il mercato IT era in continua evoluzione e la sua crescita esponenziale imponeva dei cambiamenti, all’orizzonte c’erano nuove sfide.
Era il 2010, quando per ottemperare l’erogazione del servizio di un prestigioso brand printer MVS creò LASER, un consorzio costituito da 20 società.
Pur gestendo il Consorzio Laser nelle vesti di Procurement Manager, per volontà della Direzione diedi vita a una nuova società “ON SITE” e fu’ nel 2017 che mi venne affidata anche la gestione operativa di LASER come Vice presidente.
La crescita di MVS, del suo Customer Set (nazionale ed internazionale) non poteva contestualmente non transitare dallo sviluppo /inserimento mirato del Personale, ed e’ per questo che l’amministratore Massimo Bartolini, rivestendo i panni del sarto, creò per me un nuovo “abito”, quello del Resource Manager .
Questo ruolo ,pur mantenendo le altre responsabilità, mi permise di incrementare l’interazione con tutto il personale della famiglia Multivendor.
Nel 2019 l’insieme di responsabilità che l’azienda mi aveva conferito, vennero convogliate in una nuova Direzione di cui attualmente sono il responsabile – Direzione Generale Operazioni.
Mi accorgo solo adesso, grazie a qualche riga, di aver raccontato i miei primi 26 anni in MVS.
Un lungo amore, che come nella vita mi ha riservato gioie, successi ma anche dolori, insuccessi e delusioni.
Ogni giorno l’ho vissuto e lo vivrò sempre con la PASSIONE di quel mio primo giorno lavorativo 1/09/1986.
Una passione che cerco di trasmettere ai colleghi, rendendo ancora piu piacevole il mio lavoro.
Già, perchè dove non arrivi con gli studi, con il bagaglio tecnico, culturale, se vuoi puoi arrivarci con il cuore.
Chiudiamo con una domanda: Sappiamo che in azienda sei famoso per i tuoi aforismi, soprattutto in dialetto catanese. Vuoi dircene uno e spiegarne il significato? “Cu bonu simina, megghiu arricogghi” (chi bene semina, meglio raccoglie).

DOMENICO FRATTO: Head of Service Management

Ho incontrato Multivendor Service nel 2000. All’epoca collaboravo con un’agenzia IBM coordinata proprio da MVS.
Il mio bagaglio culturale e’ di estrazione aereonautica (navigazione, pilotaggio) e successivamente progettazione aerospaziale.
L’interesse per l’informatica è nata durante i primi anni 90, ai tempi in cui con i pochi strumenti a disposizione, insieme ad un gruppo di allievi piloti, cercavamo di trovare una soluzione al tracciamento delle rotte senza dover eseguire manualmente i calcoli che richiedevano tempo ed ovviamente nessuna possibilità di errore.
L’interesse sempre crescente per la programmazione e per lo sviluppo dei sistemi in primis e per la gestione dei servizi da essi governati successivamente, ha reso possibile la crescita esponenziale di questa passione.
Il mio percorso in MVS si puo’ definire in 5 milestones ben definite:
1- Assunzione nel 2001 come tecnico dedicato ad un importante Cliente dell’Azienda, Telecom Italia. Un’esperienza che ha reso possibile lo sviluppo della capacità organizzativa, tecnica e di relazione con i clienti finali.
2- Project manager per Banca Popolare di Milano sul progetto rollout multicanale: si trattava della trasformazione fisica e software di tutte le filiali BPM in Italia. Lavorando a stretto contatto con i PM della Banca e gestendo un gruppo tecnico di decine di collaboratori con tempi serrati e qualità necessaria elevatissima, ho potuto migliorare le capacità di analisi e di relazione sia lato Cliente che lato gruppo di lavoro.
3-Project manager per IBM BPVN: la collaborazione con un gruppo di PM senior e la gestione di un parco fornitori eterogeneo ha accresciuto la mia competenza gestionale e la capacità di gestire condizioni di elevata pressione.
4- Service Manager per Kyocera Document Solutions: un’esperienza interessante in prima linea nella quale ho potuto progettare ed organizzare il gruppo di lavoro ottenendo risultati positivi ed incrementando la qualità dei servizi nonchè lo skill tecnico dei miei collaboratori
5- Service Manager del gruppo Kering e gestione branch estere: lavorando con un Cliente leader mondiale nel proprio settore ed all’avanguardia per quanto riguarda l’utilizzo della tecnologia, ho potuto di pari passo far crescere il gruppo di collaboratori che dirigevo composto da tecnici
eccezionali che hanno lavorato con passione e dedizione, tenendo alto il nome di MVS in tutta Europa.
Oggi oltre ad occuparmi della gestione di alcuni importanti Clienti MVS come Service Manager Senior, rivesto il ruolo di Head of Service Management.
Ricopro anche il ruolo di Lead Coach dell’Academy MVS, un progetto nato per crescere e formare i colleghi.
Chiudiamo con una domanda: Qual è la cosa che ti piace di più del tuo lavoro?
Vincere le sfide difficili ed appassionanti che questa professione presenta giorno dopo giorno.
Grazie all’estrazione aeronautica, pianifico nei dettagli le operazioni da svolgere quotidianamente, proprio come fosse un vero Flight Plan. Nel corso della giornata come alla guida di un aereo, sfoglio la check list e comprendo rapidamente se tutto il necessario e’ stato fatto o meno.
Un aspetto non meno importante e’ la relazione che si instaura con i Clienti e con i Collaboratori, punto di forza per raggiungere qualsiasi tipo di successo.

https://casinoonlineca.ca/